14 mag 2011

CHIUSURA DI CAMPAGNA ELETTORALE

CHIUSURA DI CAMPAGNA ELETTORALE ma solo 3, dei quattro candidati a Sindaco  hanno onorato le PIAZZE, luogo deputato al confronto DEMOCRATICO DI TUTTI I CITTADNI, e sono stati: Antonio Abbate (LISTA ABBATE)-Angelo Claudio Alfano ( Lista Insieme per Roccasecca)- Fabio Tanzilli (Lista Città Futura) ...........L' unico candidato che ha snobbato le Piazze ed  ha preferito il Recinto del "Merendero", il sindaco uscente Giovanni Giorgio (Lista progettiamo il Futuro).

E un Sindaco che non si confronta con gli avversari, sulle Piazze,  nell' ultimo giorno di campagna elettorale, ma che ammassa le "pecore-elettori"  nell' ovile, per farli abbuffare dei propri simili  "bestioline", con la lista su un palcoscenico sanremese è il massimo del " kitsch".
Ma questo gesto di arroganza ha assegnato un duro colpo non solo alla PIAZZA ma al confronto democratico-civile dei quattro Candidati a Sindaco di Roccasecca meglio chiarito da uno scritto dell' amico Franco Tommaso Gazzellone, uno dei tanti cittadini che si aspetta una classe Governativa Nobile e Domocratica :

La grande "FUGA"
Franco Tommaso Gazzellone
 

Da cittadino di Roccasecca, dopo avere vissuto la serata di ieri Venerdi'13 MAGGIO, Ultima della campagna elettorale, sarebbe stato avvincente assistere a colpi di fioretto scoccate dalle Liste in competizione. Cosa succede: il cittadino viene privato della possibilita' di affinare il proprio giudizio finale, perche' il ns Sindaco, in competizione, decide di abbandonare le piazze, Via Roma, Piazza Stazione o altre peazze del paese, per rifuggiarsi in un "recinto" con i suoi piu' fidati divoratori di "pecore". Questo atteggiamento e' lo specchio dell' Amministrazione che ci siamo meritati negli ultimi 10 anni. Malgoverno, clientelismo, disponibilita' per pochi, forse solo per i presenti nel "recinto".Ormai i buoi stanno scappando, il cielo "bleu" sta' diventando sempre piu' scuro, il Roccaseccano non avvezzo alle cozzovigliate serali di questa campagna, e' stanco di un amministrazione per pochi, vuole partecipare alla vita attiva sel paese, vuole esprimere con assuluta liberta' il proprio consenso, vuole camminare a testa alta e sopratutto vedere Roccasecca rialzarsi dal torpore preoccupante in cui ci troviamo. Auguri a tutti i competitors schierati con il proprio viso sulle piazze. NO! al Sindaco nascosto, NO! all'Amministrazione "pecora" che segue l'unico vero "arrogante" che vorrebbe diventare il padrone di Roccasecca. rirsorgere”. Roccasecca, la sua comunità, è pronta a ridestarsi.