13 mag 2011

PIGNORATO IL COMUNE

PIGNORATO IL COMUNE di Roccasecca ....per contratti non onorati dal sindaco uscente, dr. Giovanni Giorgio e dalla Sua Giunta .....argomento esplicitato con dovizia di particolari, e TUTTO DOCUMENTATO, dall' aspirante consigliere comunale della " LISTA ABBATE", dott. Forte Bernardo, ad una platea di circa 350 elettori nella sua dimora di Contrada Torretta.

Altro che conti in regola come ciancia sui palchi rionali  il Presidente del Consiglio Comunale, Prof. Commercialista  Carmine Quirino Torriero.
Roccasecca è il Comune più disastrato della provincia di Frosinone ed è  sotto il mirino dei Giudici Penali, Civili ed Amministrativi  e fra qualche giorno, si è vero, si abbatterà uno "Tsunami" su Roccasecca.....di.....forse... conclamato dissesto economico-finanziario.
POVERA ROCCASECCA!!!!!!!!!! POVERI NOI!!!!!!!!!!!!
Intanto, cosa certa è il Pignoramento della Soc. TIMA s.r.l. per i lavori della Pubblica illuminazione eseguiti e non pagati,  notificato alla parte inadempiente (Comune di Roccasecca) qualche giorno fa, ammontanti ad euro 75.000.
Ma prima del pignoramente era stato notificato al Comune, il decreto ingiutivo, sempre della Tima, che bloccava certe somme che pare siano state distolte ed utilizzate per altri debiti dall' allegra gestione contabile comunale e da qui, pare che sia scattata ed in corso altra procedura penale.
Come notizia certa, il famoso debito fuori bilancio dell' UNIONE CINQUE CITTA' non onorato neppure con i pagamenti rateali dell' accordo personale del Sindaco, dr. Giovanni Giorgio.
Quell' UNIONE CINQUE  CITTA' di cui fanno  parte Roccasecca, Aquino, Piedimonte e Villa Santa Lucia,  e solo in  quest' ultima è già in atto la raccolta differenziata, e Piedimonte si appresta ad iniziarla.
Roccasecca non solo "Non Differenzia " RRSSUU, ma è stata messa in mora dall' UNIONE, per il debito, di euro 70.000 quindi primo atto per il recupero della somma: messa in mora e per  gli addetti ai lavori (avvocati)  il seguito sarà decreto ingiuntivo con conseguente  pignoramento come ha fatto la TIMA.
Comunque per la cronaca a novembre il Comune deve approntare 120.000 euro sempre per l' Unione Cinque Città.
Ed altri impiccetti ancora ........che al cittadino non è dato sapere in quanto la trasparenza degli atti amministrativi è un "optional" per gli amministratori uscenti.
Domenica e lunedì, anche gli elettori di Roccasecca si recheranno alle urne per esprimere, il proprio diritto-dovere civico, con il voto, di chi deve Governare Roccasecca ed allora devono sapere che esiste un atto pubblico del Responsabile del Settore 2° Economico-Finanziario, dott. Lanni Marcello avente ad oggetto:

Predisposizione del bilancio di previsione 2011  
.............omissis.......
-
Nel predisporre gli stanziamenti dei vari capitoli, si è obbligati a tenere conto della riduzione dei trasferimenti statali pari ad € 157.877,05 e a verificare il codice SIOPE delle spese, inoltre, per evitare interruzione di servizi, è importante comunicare gli importi di spesa obbligatori che derivano da contratti, altresì specificare i debiti fuori bilancio riconosciuti e da pagare nel 2010.
Inoltre nel 2010 si sono riconosciuti debiti fuori bilancio pari ad € 720.854,25, non ripianati in mancanza di concessione mutuo della CCDD Prestiti ecc. ecc. insomma della serie trovate i soldi per pianificare la predisposizione del Bilancio entro il 30.06.2011

Chiudo con le parole accorate di un Bernardo Forte emozionato per l' affluenza di tanti amici : “Cos’altro aggiungere a questo elenco di nefandezze se  non concludere che gli attuali amministratori verranno ricordati come la peggior classe politica che mai abbia governato la Città".
Ma il Risorgimento di Roccasecca è vicinissimo ..........