27 mag 2011

POLITICA E LIBERTA'

POLITICA E LIBERTA' - a Roccasecca...... se pò fa........seppur con qualche distinguo.....
 Uno squarcio, di  nuova stagione della Politica Roccaseccana si è aperto con l' ultima tornata elettorale, per il Rinnovo del Consiglio Comunale.
Il dado è tratto e non si può fare, anzi non si deve fare, marcia indietro, molti giovani si sono affacciati e ci hanno messo la faccia per una Roccasecca nuova, diversa, vivibile e Risorgimentale.
Ma è prevalsa ancora una volta, speriamo l' ultima,  l' "Ancien politique", dell' "Ancien Regime", "Politique Paesana", sono prevalse le vecchie e stantie logiche mutuate e mutabili, il vecchio e becero clientelismo da quattro soldi, fatto di posticini da due ore a quella struttura di San  Francesco, promesse di posti al prossimo Asilo Nido...promesse...promesse ...promesse e qualcosa di altro...
Mah!!!! tanti giovani, tanti cittadini, tanta gente comune, ci stanno chiedendo di non mollare, lo chiedono soprattutto ai Consiglieri di Opposizione della Lista Abbate di tenere duro e proseguire e perseguire, anche se con rapporti di forza   diversi, il lavoro iniziato in campagna elettorale.
I 1714 CITTADINI LIBERI, che sono andati avanti imperterriti, fiduciosi di poter regalare ai Roccaseccani, una Roccasecca Libera, Civile, Democratica,  dopo 10 anni  di PADRONI E PADRINI, ma  senza raggiungere il NOBILE SCOPO, ora si ripromettono di non demordere ed iniziare un nuovo cammino di Politica, per la Gente, Tra la gente, con la Gente,  avendo avanti un quinquennio come i pregressi 10, visto che il Sindaco è sempre Giorgio  e gli assessori sono sempre gli stessi Marcuccilli, Rezza, Marsella, mentre la Presidenza del Consiglio, ceduta dal Torriero, per la prestigiosa carica di Vice Sindaco, sicuramente andrà alla Laura Scappaticci.
Cosa è cambiato ?????????
Il malessere ed i propositi dei LIBERI 1714.......sicuramente saranno il traino di tanti altri insoddisfatti e nauseati dalla Politica di bassa lega  dei Governanti.
Mi posso anche sbagliare e sono pronta a chiedere scusa se Giorgio e la sua Giunta faranno UNA VIRATA DI BUON GOVERNO.
Sarò la prima a congratularmi se non ci saranno più feste pecorecce della serie "Panem et Circenses", debiti fuori bilancio, abusi edilizi, appalti di lavoro corretti, conti in ordine e dare bonus bebè a chi ne ha effettivamente bisogno e soprattutto,  trasparenza... trasparenza,.....trasparenaza nella gestione della COSA PUBBLICA,  a cominciare dal SITO INTERNET ISTITUZIONALE.