09 dic 2013

IL SINDACO GIORGIO HA TOPPATO ANCORA

Certo che è un campione «topparolo» e con la schermaglia con il suo ex vice Bernardo Forte, ha fatto l' ennesima figuraccia  dell' irresponsabile e del pinocchio, circa l' installazione dell' Antenna SRB al campo sportivo «Lino Battista»

Bernardo Forte
Il Sindaco di Roccasecca non da risposte al Comitato Ambientalista «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER, richiedente una sua precisa  e chiara ORDINANZA SINDACALE circa i benefici dell' antenna SRB, ma è capace solo di armare una polemica disgustosa solo per mettere in cattiva luce il vero e strenuo oppositore alla sua amministrazione, ovvero l' ex suo assessore ai LL.PP. defenestrato, come è notorio,  perchè aveva ben capito LA MALA GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA della sua prima amministrazione.
Il rimestare  nel passato 2007 per portare all' attenzione pubblica la famosa delibera di cui era relatore il Forte è sinonimo di «meschinità politica» di chi vuole colpire per affondare e non per amore della verità, fidando nella pubblica ignoranza.
Per amore della verità, quella delibera di Consiglio fu un atto dovuto, lo ha detto pubblicamente anche l' ex assessore Antonio Maria Isola, come ha detto pure che il consigliere dr. Nota Crescenzo, nel 2007 votò contro il piano, oggi ha votato a favore.... forse convinto dal collega Sindaco-dottore della bontà delle onde elettromagnetiche?

Ecco l' esaustivo intervento dell' ex Assessore ai LL. PP., Bernardo Forte che ricevo e pubblico 

Leggo con stupore le dichiarazioni del Sindaco Giorgio riguardo all’installazione di una antenna per la telefonia mobile,‭ ‬all’interno dell’impianto sportivo di Roccasecca.‭ ‬Gira e rigira,‭ ‬adesso la colpa di aver permesso tale collocazione almeno da quanto dichiarato dal Sindaco,‭ ‬sembrerebbe ricadere sul sottoscritto.‭ ‬Veniamo ai fatti.‭ ‬E‭’ ‬vero che quanto scritto rimane mentre le chiacchiere vanno al vento ci mancherebbe,‭ ‬ma ciò vale per tutti Sindaco compreso.‭ ‬E‭’ ‬vero che il sottoscritto ha relazionato in consiglio comunale un atto deliberativo per l’approvazione di un piano per installazione di antenne per la telefonia,‭ ‬parliamo dell’anno‭ ‬2007‭ ‬e cioè di circa sei anni fa‭’ ‬con Giorgio sindaco come lo è attualmente‭ ‬.‭ ‬Quel piano era un atto di responsabilità in quanto ci trovavamo di fronte a dei ricorsi al Tribunale Amministrativo da parte di società che proprio in carenza‭   ‬di un piano avendo inoltrate richieste per l’installazione di tali apparecchiature e mancando la motivazione giuridica che impedivano un rigetto delle istanze‭ ‬,‭ ‬l’ente comunale era sicuramente soccombente di fronte ad un probabile giudizio del giudice amministrativo con un esborso in termini economici sicuramente a danno della cittadinanza in caso di ricorsi.
L’approvazione di un piano datato marzo‭ ‬2007,‭ ‬non può essere inteso come un’autorizzazione all’installazione degli impianti‭  ‬ancor più,‭ ‬quel deliberato,‭ ‬e il Sindaco lo ribadisce,‭ ‬serviva a bloccare una ipotetica e scriteriata messa in posa di apparecchiature in qualsiasi posto del territorio comunale,‭ ‬ma lo stesso non è un automatismo che esonera da procedure di legge quali autorizzazioni,‭ ‬contratti e pareri di vario genere.‭  ‬Le varie autorizzazioni,‭  ‬per quell’antenna all’interno del‭’’‬impianto sportivo innalzata in pochissimo tempo pochi giorni fa,‭ ‬da chi sono state rilasciate‭ ? ‬.‭ ‬La richiesta per la messa in opera,‭  ‬quando è stata prodotta‭?‬...‭ ‬Perché Il Sindaco non ha provveduto‭ ‬,‭ ‬trattandosi di un argomento di particolare importanza‭  ‬porre il tutto all’approvazione del Consiglio Comunale anche in relazione a criteri di canoni e concessioni del suolo pubblico‭?‬...‭ ‬Perché quel piano dopo sette anni non è stato oggetto di revisione‭  (‬come il P.R.G.‭)  ‬anche in relazione alle nuove normative in materia‭?‬...‭ ‬La mia colpa di aver relazionato‭ (‬cioè letto‭) ‬un documento elaborato dall’ufficio tecnico comunale‭  ( ‬anno‭ ‬2007‭) ‬mi obbligherebbe oggi a non poter contestare l‭’ ‬inopportunità di una scelta dell’attuale‭  ‬amministrazione comunale del tutto infelice,‭ ‬è vero ho letto,‭ ‬ho dato il mio assenso al piano‭ (‬prospiciente l’impianto sportivo,‭ ‬non all’interno‭ ) ‬ma non‭  ‬ho firmato‭  ‬ne votato nessun atto che autorizzasse tale situazione oggi,‭    ‬momento‭  ‬sicuramente più maturo per le rivalutazioni e scelte anche in termini di impatto sull’abitato circostante.‭ ‬Posso assicurare che in quel preciso punto io sarei‭  ‬stato sicuramente capace di installarci‭  ‬delle torri per illuminare l’impianto sportivo per permettere le pratiche sportive anche in notturna,‭ ‬e perché nò,‭  ‬ammirare‭   ‬il degrado della piscina comunale coperta chiusa nel momento in cui a testa alta ho avuto il coraggio di abbandonare quel gruppo di maggioranza.‭ ‬Oppure Sindaco sono responsabile pure di quello‭?‬...‭ ‬altro lo citerò‭  ‬in momenti successivi.‭   ‬Consiglio‭  ‬al Sindaco di pensare al presente,‭ ‬ai problemi della gente,‭ ‬si assuma le sue di responsabilità ricordandosi il glorioso progresso della nostra città quando lui non era in amministrazione e pensi almeno a salvaguardare l’esistente visto che il‭  ‬nuovo,‭ ‬l’innovativo,‭ ‬la progettualità,‭ ‬va ricercata altrove,‭ ‬almeno riveda le tasse,‭ ‬con me in amministrazione non si è mai permesso di parlare di aumenti e guarda caso oggi scopriamo di dover pagare rate per prestiti contratti‭  ‬fino all’anno‭ ‬2040‭ ‬circa,‭ ‬anzi mi correggo,‭ ‬le pagheranno i nostri nipoti,‭ ‬bel regalo Sindaco‭ ‬,‭ ‬sarai certamente parte della storia di Roccasecca‭ ‬.‭ ‬sicuramente In negativo‭…‬..
Bernado Forte