13 dic 2013

PREOCCUPANTE, IL SILENZIO DEL SINDACO GIORGIO

Segno forse che l' inchiesta della Procura di Monza, che ha visto tra i protagonisti del malaffare anche  il comune di Frosinone, si sta allargando anche ai comuni più piccoli della Ciociaria (circa 50)  dove la ditta Sangalli Giancarlo srl ha vinto sistematicamente gare di appalto a partecipazione unica ?
Foto di ...http://www.ilcittadinomb.it/?src=logo

Per ora, di certo, Roccasecca ancora non è stata toccata dall' inchiesta « clean city» riguardante la  Società di Giancarlo Sangalli, attiva in tutta Italia nel settore della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti e dei servizi ambientali: il titolare è finito ai domiciliari mentre i due figli in carcere.
A Frosinone è finito in carcere il vice sindaco De Santis, l' architetto Ricciotti che devono rispondere di corruzione per l'aggiudicazione dell'appalto per la raccolta di rifiuti nel capoluogo che ammonta a circa 26 milioni di euro. In ballo il 10% dell'appalto, circa 2 milioni e mezzo di euro, in cambio del pilotaggio della gara che era in via di aggiudicazione all'impresa Sangalli. 
In carcere, sempre per Frosinone, anche Giancarlo Tullio, Legale rappresentante dalla Scau e della Net Urban, società conosciuta a Roccasecca per il giro di autocompattatori.
Il Comunedi Roccasecca ha noleggiato nell' anno 2011 due autocompattatori alla Net Urban che ha riparato i guasti degli stessi con un costo di € 26mila euro, senza tener conto del costo del gasolio di € 40.600,00 euro.
Orbene, al Comitato «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», interessa, non tanto l' inchiesta della Procura di Monza sui presunti reati ascritti alla Sangalli nei comuni già teatri dell'inchiesta, ma che il sistema corruttivo non sia stato posto in essere anche a Roccasecca, dove la ditta di Monza ha vinto una gara di appalto a gennaio 2013 ed è operativa da aprile 2013 senza un regolare contratto.
E il Sindaco dr. Giovanni Giorgio, responsabile dell' ambiente non deve tacere e nascondersi dietro un dito, convochi subito un Consiglio Comunale e chiarisca la posizione del Comune di Roccasecca nell' ambito dell' inchiesta della Procura di Monza....chi ha portato a Roccasecca La Sangalli ? Forse il Tullio della Net Urban, come si vocifera? E come mai dopo ben 9 mesi,  la Sangalli sta lavorando senza contratto ? e quanti soldi ha già intascato? E come paga gli operai?
Si atteneva forse al capitolato d' appalto ? se si, come mai sugli automezzi della Sangalli non veniva riportata la scritta Comune di Roccasecca? e come mai spesso e volentieri spazzavano i dipendenti comunali? e poi la questione importante che riguarda il Comitato Ambientale «BASTA ETERNIT-FIBRA KILLER», perchè nessuna discarica di rifiuti normali è stata bonificata dalla Sangalli, seppur in capitolato?
Sindaco Giorgio, sappiano che la Sangalli è una bomba «sistema corruttivo» che è scoppiata in tutta Italia e non ancora a Roccasecca, quindi se ha la coscienza a posto convochi un consiglio e chiarisca la situazione, anzi, si rechi pure alla Procura di  Monza a rappresentare che a Roccasecca tutto si è svolto nella legalità....nella TRASPARENZA, SICURAMENTE  NO.