27 apr 2011

FANGO ELETTORALE

FANGO ELETTORALE  del Presidente del Comitato "Contrasto"  di Roccasecca, Fabrizio di Cioccio sull' attività gestinale della MAD srl

Puntuale, come un orologio svizzero, il Comitato Contrasto, sotto la esperta regia Dipietrista, tira fuori dal cappello a cilindro un documento dell' ARPALAZIO, che ad un' attenta e meno partigiana lettura, mostra una diversa e ben chiara interpretazione che l' Ente dà della gestione della lavorazione dei rifiuti della discarica di Cerreto visto che, a chiare lettere, nero su bianco, così è definito, nell' autorizzazione Integrata Ambientale: La MAD http://www.madsrl.info/ esegue tutti i controlli ambientali nel pieno rispetto del Piano di Monitoraggio e Controllo concordato con ARPA Lazio.
Il documento del "Mago"-stretto collaboratore Anti-Mad della Dipietrina locale, porta la data del 1° aprile;  come mai è stato pubblicizzato solo a ridosso delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale di Roccasecca e da un Roccaseccano-elettore di sinistra ?
Forse perchè il dr. Giorgio ha "narcotizzato" i suoi elettori e il pascolo si è ridotto?
Se i "Voti Regionali" sono farina del suo sacco....ora è il momento della verità...ma il buongiorno si vede dal mattimo e la partita, anche a questo giro,  è sempre DUALE: Abbate-Giorgio, che piaccia o non piaccia.
Che L' IDV con la  Lista "Città Futura", " prenda" i voti a Giorgio a me non può che far piacere, ma che lo faccia in questo squallido, falso e tendenzioso, tramite il Di Cioccio, buttando "monnezza" sulla MAD srl, che la monnezza la lavora, e pure bene, mi indigna perchè penso che è una realtà che dà lavoro e benessere alla Comunità.
Poi colmo dei colmi....che si travisi, spudoratamente, la risposta dell' Arpalazio, che, dando seguito, a missive di sollecito di controlli, di descrizioni di chissà quali crimini ambientali commessi dalla Mad srl, così risponde:" non sono state evidenziate situazioni paragonabili a quelle segnalate” e che “tali evenienze possono essere messe in relazione al periodo stagionale e ad una probabile maggiore attenzione che si è potuta riscontrare nella gestione dell’impianto SAF, al quale verosimilmente può essere fatta risalire, in via ipotetica, l’origine degli odori molesti in questione.......e poi prosegue, per la Mad..che ci sono gravi inadempienze, tutt' ora sotto osservazione.
Quindi sotto osservazione eTUTTO DA VERIFICARE, molto probabilmente riferentesi alla sitazione descritta da Lozza di cui la Regione Lazio, peraltro,  era stata edotta come da lettera del Amm.re Lozza che mi corre l' obbligo di pubblicare per scardinare la "macchina del fango" dei Dipietristi-pseudo ambienatlisti-
 «L'impianto rispetta tutte le regole»
«Nel nostro impianto adottiamo tutte le procedure previste dalla legge per evitare le emissioni nauseabonde nell'aria, in particolare ogni sera cospargiamo di terra l'immondizia depositata. Ma non è tutto, per scelta gestionale, viene anche cosparsa di enzimi che annullano gli olezzi».  «Non abbiamo alcuna comunicazione in merito – prosegue – L'unica nota che ci è stata fatta riguarda un accumulo di acqua in un vaso emergenziale resosi necessario lo scorso marzo nel periodo di pioggia incessante, ma la Regione Lazio, tuttavia, era stata resa edotta».
Sembra allora....ad un accorto cittadino-elettore di Roccasecca che la campagna elettorale dell' IDV sia di quelli a "corto" di consenso e con pochissimo o nullo "potere" alla Regione e stia prendendo, come al solito, la piega dello gettare fango, così come le fiaccolate ed  video a gogò nei paraggi MAD-SAF ...insomma i soliti squallidi escamotage mediatici  della Dipetrina Locale.