02 apr 2011

QUATTRO LISTE A ROCCASECCA

QUATTRO LISTE A ROCCASECCA e, per il momento, si conoscono solo i 4 Capolista ........non è comunque sufficiente a convincere della bontà dell' una o dell' altra
Pare proprio che i giochi siano fatti e le liste concorrenti per il rinnovo del Consiglio Comunale di Roccasecca ridotte, si fa così per dire, a quattro civiche anche se i Competitors tutti casaccati politici... infatti: Lista di Giorgio Giovanni (PD), Lista di Abbate Antonio (La Destra), Lista di Angelo Claudio Alfano (PDL), Lista di Tanzilli Fabio (IDV).
Allora la differenza civica la faranno i candidati delle singole liste, rigorosamente, rappresentanti le sette zone in cui è stato suddiviso il paese: Centro, Scalo, Caprile, San Vito, Scolpeto, Torretta, Antera.
La qualità della lista, quindi, sarà appannaggio dei tanti giovani e meno giovani, donne (si spera)  ed uomini, professionisti e non, commercianti od artigiani, imprenditori o presidenti Onlus,  scelti dal Capolista, visto che, in tutte c' è commistione di idee politiche.
Allora non si può dire che la lista capitanata da Abbate sia di destra, che la lista capitanata da Alfano, pure di destra, la lista capitanata da Giorgio di sinistra e quella capitanata da Tanzilli ancora di sinistra.
Oppure si ? e quindi ? un gran casino........altro che voltagabbana e cambiatori di casacche, perchè la marmellata la fanno tutti, fatta in casa, in modo artigianale con parentado unito e coeso e cosa precipua, numerosissimo ed affiatato pronto a combattere per la vittoria del proprio caro.
Resta quindi poco tempo, ai quattro concorrenti, per scoprire le preziose carte (canditati a consiglieri) che si giocheranno il 15-16maggio, visto che "da venerdì 15 aprile dalle ore 8 alle ore 20 e sabato 16 dalle 8 alle 12 presso i rispettivi uffici si presenteranno le liste per l'elezione dei Sindaci e dei Consigli Comunali".
Allora, nella breve attesa, i Cittadini di Roccasecca oltre a farsi il segno della croce e auspicare una buona e sana amministrazione per i prossimi cinque anni,  dovranno meditare sulle quattro liste, sui quattro programmi e non scegliere il meno peggio, ma votare in piena coscienza e libertà, non le clientele, non il parente "analfabeta", non la persona che si pensa possa fare il piaceruccio e sistemare il figliolo disoccupato, ma l' amministratore illuminato e saggio in grado di amministrare la "res pubblica" con onestà, professionalità, lavoro, abengazione  e trasparenza .