06 apr 2011

"PRO LOCO" INSERVIBILE

"PRO LOCO" INSERVIBILE e per questo gli astuti amministratori prediligono orchestrare " Le Associazioni" che a Roccasecca sono proprio tante........
ma pare proprio che  questa volta, il perverso gioco "orchestrativo", non sortirà i benefìci ("voti") tanto agognati, in virtù dello sparigliamento operato dalla Dipietrina Locale con la messa in campo della Città Futura, capolista Tanzilli.
Infatti, sembrerebbe che vari Presidenti e o Personaggi di spicco di Associazioni, seppur tesserati PD, membri del direttivo PD locale, ora si vocifera essere candidati nella lista capeggita dal Tanzilli (IDV).
Se ciò dovesse corrispondere al vero, e pare proprio che lo sia, basti fare il nome dell' ultima creatura "UPTE", e di altre come "Gli amici della Montagna", il "P.A.M.A", parte dell' Associazione giovanile "Alveare",  il paniere dell' amministrazione uscente, verrebbe alleggerito e non poco.
Praticamente a cosa è servita l'orchestrazione amministrativa di tante ONLUS  "rosso ceralacca" se la rampante discepola del "manettaro"-"giustizialista", Di Pietro, sta dando anima e corpo, con molta astuzia,  allo spargliamento per favorire la  causa del radicamento dell' IDV a Roccasecca ?
Non era meglio dare fiducia, affidamento, più poteri alla "Pro Loco", dichiarandola unica destinataria di eventuali contributi, per gestire, organizzare e  coordinare tutte le manifestazioni, visto oltretutto che è anche previsto un rappresentante dell' amminstrazione nel direttivo ?
Invece l'Ammistrazione Giorgio ha prediletto tanti "cespugli-associativi", forse,  pensando ad un giusto ritorno compensativo ?
Se così fosse, ha fatto i conti senza l' oste (IDV) che imperterrita persegue e prosegue la sua strada di logoramento e rosicchiamento del PD e SEL compreso l' assalto alla "Consulta delle Associazioni", Presidente Carlo Frezza, cognato di Patrizia Delli Colli.
Bingo !!!!! per tutti i politici e gli aspiranti tali che giocano a rotta di collo sul volontariato, sugli anziani, sui disagiati,  sulle necessità lavorative dei giovani e su tutte le persone perbene che vogliono bene a Roccasecca.
Ma la rivitalizzazione culturale e sociale  del nostro paese passa per "La Pro Loco " in primis, e non per le ONLUS.